III° Festival dei Giardini

UN APPROCCIO ASTRATTO

Arch. Veronica Beraldo

Arch. Luca Ariedi

Nel nostro mondo frettoloso il giardino, anche se di piccole dimensioni, acquista un grande valore per la qualità della vita e si trasforma in un rifugio dallo stress, in un luogo di ristoro dove potersi ricaricare. A prescindere dallo stile della vostra casa,tradizionale o contemporaneo, potrebbe venirvi voglia di un giardino diverso dal solito. I progetti sono sempre articolati su due dimensioni, con una serie di forme concatenate.

A prescindere dallo stile della vostra casa,tradizionale o contemporaneo, potrebbe venirvi voglia di un giardino diverso dal solito. I progetti sono sempre articolati su due dimensioni, con una serie di forme concatenate.


I camminamenti sono composti da ghiaino di vetro color argento che crea una superficie luminosa che contrasta con il verde delle foglie e crea un gioco di luce durante l’arco della giornata, a volte interrotto da mattoni scuri da costruzione, che servono anche a contenere la ghiaia.

Infine panca in pietra o in acciaio inossidabile leggermente curva per seguire le curve dei mattoni. All’interno si è pensato di progettare una serra aerea per poter tenere a dimora fiori e piante particolari.

La parte Arborea: La parte frontale di ingresso al giardino è composta Da piante Perenni , Lavandula Spica, E bulbose di più colori. Gli alberi pensati per questo giardino sono tutti alberi da frutto, Prunus Serrulata, Prunus Pissardi, Punica granatum Ziziphus Sativa.

Punto importante del progetto è anche l’inserimento della luce non artificiale che al tramonto e nella notte formerà delle ombre nel giardino.